Novità

Il 15% degli italiani naviga solo dal cellulare

I risultati Audiweb di settembre mostrano una crescita del 14,3% nella diffusione di Internet tra le famiglie italiane rispetto all’anno scorso e un + 26% per quel che riguarda l’ accesso alla Rete tramite smartphone.
I dati Audiweb, che considerano la fascia d’età 11-74, parlano di 5,3 milioni di mobile surfer, a dispetto di una ricerca pubblicata un mesetto fa dalla School of Mangement del Politecnico di Milano che indicava ben 11 milioni.

Guerra di cifre a parte, è innegabile si tratti di un mercato in crescita continua e costante.
“ Il mondo del mobile, con cellulari e tablet, è senz’altro la nuova frontiera – spiega Enrico Gasperini, presidente di Audiweb – Ecco perché è ora di dare anche agli investitori un’idea chiara di come gestire i nuovi mezzi. Perché se la Rete è sempre una, è innegabile che il mercato si stia dilatando. Applicazioni, giochi, e non solo. Servono nuove misurazioni per capire i comportamenti dell’audience e offrire i giusti strumenti agli operatori del marketing”.
Secondo le statistiche di TNS il 44% di chi accede alla Rete via mobile entra nei social network almeno una volta al giorno. A ciò si aggiunge l’uso della posta elettronica e dei motori di ricerca, il gioco online, la lettura di news. Di tutto di più. “ La cosa interessante è che nell’uso della Rete via smartphone l’età degli utenti si sta spalmando rispetto al passato. Resta, per ora, una prevalenza di uomini sulle donne, 68% contro 32%, ma se prima a dominare erano i trentenni, ora aumenta l’uso anche nella fascia 16-20 e tra i 35 e i 44 anni”, continua Carolina Gerenzani, che conferma le parole del direttore di Audiweb: ” Il mercato c’è, gli utenti anche, in Italia l’anello mancante è la statistica condivisa. In Finlandia IAB, FICOm e la Finnish DMA hanno definito i criteri per la misurazione degli accessi mobile e sono partiti con le rilevazioni con l’azienda QAim. È ora che si parta anche qui, altrimenti le aziende, senza indicatori oggettivi per valutare i loro investimenti, non si sentiranno mai sicuri davanti a questa nuova frontiera”.
Fonte: Wired.it

Offrire il WiFi conviene!

L’accesso ad Internet è diventato oggi uno dei principali criteri di scelta di una struttura ricettiva, sia che si tratti di vacanze in famiglia che di viaggi di lavoro. Secondo recenti studi in Europa (indagine In-Stat) il 42% dei turisti sceglie la struttura ricettiva in base alla disponibilità di un accesso ad Internet. Lo studio ha inoltre evidenziato che l’84% degli intervistati è maggiormente disposto a scegliere strutture che offrono il servizio WiFi gratuito.

Infine, per la metà degli utenti intervistati, il servizio WiFi gratuito è l’elemento essenziale nella scelta della struttura ricettiva. Il WiFi quindi può divenire un potente strumento di marketing che consente di attirare nuovi clienti e fidelizzare i propri. La normativa italiana prevede rigidi adempimenti per l’autenticazione dei clienti che effettuano l’accesso ad internet ed alla conservazione dei relativi log di accesso. Wimo “free WiFi” è il servizio che consente ai tuoi clienti di accedere gratuitamente ad internet con il loro dispositivo mobile wireless direttamente dalla tua struttura, liberandoti da ogni obbligo burocratico in conformità con la normativa vigente. Wimo gestisce tutto automaticamente e ti costa meno di un euro al giorno (all inclusive).

Scroll to top